Sei arrivato sull'ennesimo sito che parla di sicurezza informatica. No! questo sito vuole essere diverso. Tuttavia se sei qui è perchè, probabilmente sarai interessato alla questione della sicurezza informatica.

A questo punto ti starai chiedendo: cosa ha di diverso questo sito?

Se continui a leggere capirai cosa.

Inizio elencando 5 argomenti su cui questo sito sulla sicurezza informatica è diverso da molti altri.

Prima di andare avanti mi prensento: mi chiamo Francesco Di Lecce e sono un Ingegnere Informatico che lavora nel settore informatico e telecomunicazioni da 15 anni. Sono di Matera in Basilicata e lavoro principalmente in Puglia, Basilicata e Calabria, ma ho clienti in tutta Italia. In queste pagine ti parlerò dell'eseprienza maturata in oltre 15 anni su sicurezza informatica, protezione dati personali e reti di computer.

I fuochi d'artificio non servono a nulla (in informatica).

A chi non piacciono i fuochi d'artificio? A me piacciono tantissimo, tuttavia in informatica molto spesso non servono. E' la scelta che ho voluto fare anche per questo sito. Niente effetti speciali, niente foto che cambiano, niente video e musica. Insomma si potrebbe dire quasi un sito molto brutto, rispetto alla concezione più diffusa. Potresti pensare che non ne sono capace. Ma non è così, fare un sito con un certo impatto oggi non è difficile, ci sono strumenti gratuiti che permettono di realizzare questa tipologia di siti in maniera molto semplice. Hai mai sentito parlare di Wordpress? La scelta di non usare questi programmi è stata decisa e consapevole perchè vorrei concentrarmi sulla sostanza.

In pratica spero che leggi queste righe perchè davvero sei interessato e non per il contorno.

Nella mia esperienza spesso ho incontrato clienti a cui sono state proposte soluzioni di altissimo profilo tecnologico per risolvere problematiche che si possono risolvere con molto meno.

Hai presente quando si dice: "sparare ad una mosca con un cannone"? Il risultato voluto certamente si ottiene ma i costi per la gestione del cannone non sono adeguati alla problematica.

Perchè succede questo? Per tanti motivi, e certamente non riusciamo a chiarire tutto subito, ma se vai avanti sicuramente tutto sarà più chiaro.

Le soluzioni di cui parlo partono dalla realtà e non dalla teoria.

Cosa significa partire dalla realtà? Molto semplice, partire da quello che c'è e che serve non da quello che ho in mente io. Un po di tempo fa mi ha chiamato un cliente chiedendomi una soluzione ad un problema che aveva sulla connessione internet, diceva che non funzionava bene e non riusciva a lavorare come voleva. La prima cosa che ho fatto è una analisi:

Dopo aver analizzato in dettaglio le esigenze e lo stato del sistema, ho realizzato e presentato un piccolo progettino. Ovviamente a parer suo i costi erano troppo alti. Ma era evidentemente una strategia, perchè sapeva bene quanto costavano i PC fermi, il tempo perso con il call center per risolvere le problematiche che spesso si verificavano, ecc.

Tuttavia anche se non fosse stata una strategia, non era importante perchè la soluzione per il suo problema era quella. Ovviamente ho "perso il cliente". Come spesso mi succede in questi casi.

Dopo qualche mese mi ha richiamato dicendomi testulamente: "Francesco, facciamo quello che dici ma risolviamo il problema". Abbiamo implementato la mia soluzione e la situazione si è stabilizzata.

Con questo piccolo racconto non voglio dire che sono stato bravo a risolvere il problema, ma che le soluzioni che nascono da una seria analisi funzionano!!

Le aziende hanno necessità di un consulente non di un venditore.

In questi anni ho lavorato anche per alcune aziende importanti nel settore informatico e delle telecomunicazioni, ho fatto corsi di formazioni ed in molti casi ho provato anche a vendere prodotti proposti da queste aziende. Per farlo dovevo, appunto, imparare a vendere!! La mia competenza tecnica non era la prima questione importante. Bisognava vendere. Le tecniche da imparare erano come rispondere al cliente, le domande da fare, l'atteggiamento da tenere. Non mi prolungo perchè penso avrai chiaro quello che voglio dire. Pensa ad un marchio importante nel settore delle telecomunicazioni, non faccio nomi per correttezza. Chiamiamo questa azienda a cui stai pensanso: AZIENDADITELECOMUNICAZIONI. Bene hai mai visto un Ingegnere di AZIENDADITELECOMUNICAZIONI per fare una analisi prima di proporti una soluzione? A me non è mai capitato. Perchè? Semplice, costerebbe troppo.

La semplicità può esistere anche in tema di sicurezza informatica.

Partendo da una seria fase di analisi, è possibile progettare soluzioni adeguate senza "esagerare" come scritto qui sopra. Ma io aggiungerei anche semplici. Da quando facevo l'università parlavo con i miei colleghi informatici (non ingegneri) e non mi spiegavo perchè studiavano quelle soluzioni così complesse, sofisticate, per risparmiare un secondo di tempo quando venivano eseguita. Un secondo! Io avrei risolto molto più velocemente, forse la mia soluzione avrebbe impiegato qualche secondo in più ma sarebbe costata molto meno. Beh poi ho capito, avevamo due finalità differenti. Lo scenziato dell'informazione (informatico non ingegnere) cercava l'ottimizzazione dell'algoritmo. Dunque il tempo impiegato era in questa direzione. Molto utile per la ricerca scientifica. Io ero molto più orientato alla soluzione, la mia soluzione era un secondo più veloce ma disponibile subito!

Tutti hanno un amico "esperto" di informatica. Perchè pagare un Ingegnere?

L'informatica oggi è alla portata di tutti. Accendi il pc fai una ricerca "sicurezza informatica" e trovi 80.300.000 risultati in 0,53 secondi!!! Si può non essere esperti oggi? Basta leggere, studiare, informarsi. Appunto: leggere, studiare, informarsi per anni, per 20 anni dopo una laurea in Ingegneria Informatica.

Ci sarà una differenza fra me ed il tuo amico "esperto" (senza voler assolutamente togliere nulla al tuo amico)?.